Informazioni generali sui contachilometri

Avete davvero mai pensato di comprare un contachilometri, un ciclocomputer o come volete chiamarlo un contachilometri per la vostra bici? Io lo trovo uno strumento molto interessante, soprattutto se stiamo parlando di un ciclocomputer gps, un contachilometri per bici che sia in grado di memorizzare il percorso e anche di geolocalizzarci in caso di problemi che di certo male non fa. Un gps per bici, un ciclocomputer wireless che non solo è in grado di contare appunto i chilometri fatti ma anche le pendenze del percorso e l’esatta posizione di dove vi troviate (che di certo male non fa se malauguratamente dovesse accadere qualcosa). Oggi cerchiamo di scoprire insieme il miglior ciclocomputer, quel miglior ciclocomputer che può cambiare il nostro approccio all’allenamento. Parliamo di un contachilometri gps che è davvero un alleato prezioso per quello che è il nostro allenamento. Guardiamo insieme il prezzo di ognuno di questi contachilometri per la bici così saremo in grado di poter scegliere quel modello che ci sembra davvero il migliore per quelle che sono le nostre esigenze.

Come funzionano i contachilometri?

Dobbiamo prima di tutto renderci conto del fatto che non tutti i ciclocomputer siano uguali e che non tutti noi ciclisti abbiamo la stessa idea di quello che sarà il nostro allenamento, quindi inutile scegliere un modello troppo sofisticato se ci troviamo davanti a una semplice passeggiata in bici.

Cioè giustamente se pratichiamo ciclismo a livello agonistico allora sarà bene scegliere un modello parecchio sofisticato. Interessante ma meno costoso può serenamente essere un contachilometri per un ciclista dilettante che ama fare la propria gita la domenica mattina.

Ovviamente stiamo parlando di un un contachilometri un po’ particolare ma neppure tanto differente dall’idea del contachilometri da cruscotto che abbiamo in testa. Cioè abbiamo sì la velocità a cui stiamo pedalando e anche la distanza che stiamo percorrendo. Se scegliamo un modello semplice non avremo dati relativi a come sia andato l’allenamento o al tipo di percorso che abbiamo pedalato. Ovviamente, in questi casi qui, le batterie del contachilometri sono immensamente resistenti, durano per mesi, addirittura due anni.

Abbiamo anche i contachilometri con gps con quelli che definisco cicloturisti. Cioè abbiamo il gps che ci aiuta nel percorso come il gps per l’auto. Abbiamo due modelli. Uno che è proprio il gps classico senza dati sull’allenamento. Il secondo modello gps invece utilizza un satellite ricevitore che è in grado di memorizzare dati su quello che è stato il nostro percorso. Ovviamente si tratta delle nostre esigenze, cioè se vogliamo quello completo dobbiamo pagarlo di più, l’altro certamente di meno.

Abbiamo anche i ciclocomputer che seguono un protocollo ANT+ cioè quel tipo di connessione che porta il contachilometri a collegarsi a sensori per il battito cardiaco o a quei sensori che monitorano la frequenza e la potenza della pedalata.

Devo dire, per completezza di informazione, che ci sono anche delle app sul cellulare che svolgono più o meno lo stesso compito ma devo anche ammettere che non c’è paragone nell’avere sul manubrio uno strumento completo che ci possa dare una mano nel nostro hobby.

Quali sono le principali funzioni di un contachilometri?

Ci sono diverse funzioni che possiamo definire importanti in un contachilometri, poi abbiamo quelle speciali che sono disponibili in quelli che sono i modelli più sofisticati.

Prima di tutto dobbiamo pensare che il contachilometri abbia l’avvio automatico così come lo spegnimento. Appena viene rilevata la pedalata il ciclocomputer va così come si spegne dopo un po’ di tempo che la bici è ferma. Questo è importante così non abbiamo l’impegno di dover star lì a chiudere e accendere.

Poi si può scegliere la lingua delle indicazioni stradali.

Altra cosa, importantissima, è l’indicatore del livello di batteria, così che non si scarichi durante il tragitto a nostra insaputa.

Anche il display retroilluminato nelle ore notturne è molto interessante, così come l’orologio e anche l’indicazione delle distanze percorse.

Anche la velocità è molto interessante. Nel modelli economici c’è solo quella attuale, invece in quelli più sofisticati c’è la velocità media e anche il picco raggiunto durante il percorso.
Abbiamo anche la durata dell’allenamento e la memoria del percorso, cioè la sua memorizzazione.

Quelle che sono le funzioni legate al gps sono:

la pendenza, quella che è l’altitudine massima e minima durante il percorso. Poi abbiamo anche le calorie che abbiamo bruciato, la bussola per orientarci in quello che è lo spazio. Poi abbiamo anche la possibilità di scaricare e poi di memorizzare delle mappe con le indicazioni stradali.

Poi abbiamo quelle funzioni collegate alla connessione ANT+, quindi quella del controllo della frequenza cardiaca, poi quello che è il ritmo della pedalata.

Anche sul display ho delle cose da dire perché non sono tutti uguali. Abbiamo da misurare la grandezza dello schermo, poi se è touch o con i tasti, quante sono le schermate e se lo schermo è a colori o in bianco e nero.

Oltretutto dobbiamo sempre ragionare su quello che è il sistema con cui si fissa il ciclocomputer alla bicicletta se con una staffa o con un supporto che collega la scatoletta direttamente al manubrio.

In quali situazioni i contachilometri sono i più utili?

Non ho grandi problemi nel dire che tutte le volte che andiamo in bici avremmo bisogno di un amico fidato come questo computer per bici. Non posso credere che non ci sia ragione nel non portarlo con sé perché non fa altro che aiutarci, monitorando attentamente il percorso e come stiamo noi, che male di certo non ci fa. Se abbiamo intenzione di andare a fare un giro fuori porta in una zona che non conosciamo non possiamo non appoggiarci alla mappa gps e al fatto che siamo sempre collocabili in un luogo, questo è certamente importante. Così come è ancora più interessante essere sempre monitorati anche dal punto di vista della frequenza cardiaca, che è certamente molto importante per capire anche quanta fatica stiamo facendo.

Come scegliere un contachilometri?

Al di là del fatto che è molto importante, a mio avviso, prima di tutto capire il budget che vogliamo spendere ma è anche molto giusto parlare di ciò che ci serve davvero. Se siamo dei ciclisti super dilettanti forse non è il caso di spendere molti soldi per un aggeggio che non ci servirà mai in tutte le sue funzioni. Sarà molto più interessante, invece, avere un contachilometri molto equipaggiato per chi ha voglia di organizzare invece percorsi molto più impegnativi e, soprattutto, se abbiamo bisogno di monitorare metro per metro sia il percorso che quella che è la nostra forma fisica, con uno sforzo che va sempre tenuto sotto controllo per imparare poi a gestire la fatica. Questo è quello che dobbiamo tenere in conto, perché non è solo il prezzo a fare la scelta, è una cosa che cerco di far capire molto spesso a coloro che hanno difficoltà nel saper fare un acquisto on line. L’importante è saper scegliere, infatti, un prodotto di cui si sanno le caratteristiche. Anche per questo è bene leggere questi che sono articoli informativi in cui vi raccontiamo tutto quello che dovreste sapere. E’ molto importante, infatti, la seconda parte dell’articolo che recensisce 5 modelli, quelli che ci sono sembrati migliori ma è anche giusto dire che sono delle recensioni oneste, in cui sono sempre presenti i pro e i contro, i vantaggi e gli svantaggi di quel prodotto.

Manuale di manutenzione dei contachilometri

Mi raccomando di scegliere sempre un modello che sia parecchio robusto, nel senso che è chiaro che se stiamo in bici il tempo atmosferico che ci troveremo davanti non sarà sempre una bella giornata di sole in primavera ma anche una piovosa giornata invernale in cui il nostro prodotto si bagnerà per forza. E proprio per questo deve essere resistente all’acqua, ma resistente davvero e costituito da un materiale che deve essere certamente robusto, parecchio robusto. E’ molto importante, quindi, ragionare sia sul modello, come abbiamo detto prima ma non è solo quello il punto. Il punto principale è essere in grado di essere attenti sia alla marca che al materiale, appunto. Oltre a quelle che sono le funzioni. Io non posso essere che convinta di quello che stiamo comprando. Ed è bene che il prodotto lavori bene perché può esserci molto d’aiuto nel momento in cui dovessimo trovarci in difficoltà. Infatti la presenza del gps è una delle grandi possibilità che ci dà la tecnologia per far sì di essere sempre reperibili, anche quando davvero non sappiamo neppure come ci siamo capitati in un luogo sconosciuto.

 

1. Sigma BC 16.12 Recensione

Sigma è un’azienda tedesca molto nota tra tutti coloro che fanno uso di ciclocomputer o di aggeggi che hanno a che fare con lo sport. Devo dire che un’azienda così nota, nata più di 35 anni fa, non può che essere una garanzia per tutti coloro che vogliono avere a che fare con un prodotto davvero eccellente. O che almeno abbia, con sé, tutta la garanzia di un’azienda che fabbrica prodotti per lo sport da così tanto tempo. Dobbiamo anche dire che questo tipo di aziende hanno avuto, poi, una grande capacità di riprendere contatti in tutto il mondo grazie all’avvento del web che con la distribuzione capillare in moltissimi paesi è in grado di esportare i prodotti di una stessa azienda ovunque. Infatti è bene pensare che questo tipo di prodotto sia molto economico proprio per questo motivo specifico.

Parliamo di un prodotto professionale, che costa decisamente poco, per tutte le funzioni che promette e che, effettivamente, sono tantissime. Dobbiamo dire che è molto interessante avere tutte quelle funzioni su quello che è il percorso, è molto intelligente, è giusto ragionare sull’avere un prodotto professionale a un prezzo davvero molto basso.

Ci sono 7 lingue, quindi è bene sapere che questo tipo di prodotto può essere usato da chiunque voglia. Dobbiamo anche dire che ci sono varie schermate e un display ampio, in bianco e nero, piuttosto funzionale.

Come ho detto prima credo sia completamente impensabile avere a che fare con un prodotto del genere a questo prezzo solo perché la distribuzione, grazie al web, permette di avere un prezzo molto più basso, quindi parecchio conveniente.

Vantaggi:

  • decisamente un prodotto robusto

Svantaggi:

  • qualcuno sostiene che il prodotto sia molto difficile da far funzionare, quindi per nulla intellegibile

 

2. Sigma BC 5.12 Topline Recensione

Questo è quel tipo di prodotto, di cui vi parlavo all’inizio dell’articolo, per coloro che non hanno bisogno di sapere chissà quale cosa quando vanno in giro ma vogliono più che altro avere una media della velocità a cui pedalano e della distanza percorsa. Senza troppi fronzoli, anche perché a quel prezzo non è proprio possibile non avere una cinesata. Ma qui parliamo, invece, di un prodotto Sigma, quindi con la solidità e la sostanza di un prodotto tedesco di alto livello. Quindi anche se non ha tutte le funzioni del primo modello di cui abbiamo parlato io non posso non pensare al fatto che ci troviamo davanti a un modello essenziale e che se noi siamo dei ciclisti da domenica mattina non è che possiamo pretendere di essere più attenzionati di così, anzi, questo è già abbastanza. Molto facile da montare, comunque, davvero si inserisce sul manubrio con un piccolo colpetto della mano.

Modello molto semplice, che poi è quello che uno ricerca se non vuole spendere troppo ma al tempo stesso vuole avere un prodotto molto robusto, davvero molto robusto.

Un prodotto quadrato di 30 centimetri che pesa poco meno di 100 grammi, quindi davvero molto leggero da trasportare sulla bici.

Non posso non sostenere che abbiamo a che fare con un modello base della tedeschissima azienda Sigma che è davvero quella che possiamo considerare l’azienda leader del settore.

Vantaggi:

  • si parla di un prodotto semplice ma al tempo stesso molto discreto e resistente, quindi decisamente un bell’acquisto

Svantaggi:

  • qualcuno sostiene che il prodotto sia comunque un po’ scarso e quindi, purtroppo, inaffidabile anche nella funzione orologio

 

3. Sigma BC 12.12 CicloComputer Recensione

Penso che in assoluto, a questo prezzo, stiamo parlando di un vero e proprio capolavoro per quelli che sono gli standard del ciclocomputer. Non posso non dire, appunto, che a un prezzo di una pizza e una birra abbiamo a che fare con un computer che fa velocità media, massima e attuale, così come la distanza in chilometri percorsa e anche i litri di carburante che abbiamo risparmiato andando in bici. Oltretutto è bene dire che questo tipo di prodotto si può collegare al manubrio con delle fascette e anche se non è wireless è collegabile con un filo al pc per scaricare tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno. Bellissimo e molto funzionale, io trovo tutto questo davvero il meglio che siamo in grado di trovare sul web a un prezzo così basso. Certo, se cercate l’apparecchio sofisticato non è proprio questo il genere più adatto per voi.

Credo certamente si possa parlare di stabilità e di leggerezza che sono due cose che vanno sempre bene insieme, soprattutto se parliamo di un contachilometri che deve appoggiarsi al manubrio della propria bici. E questa non è una cosa che non possiamo considerare perché è davvero interessante.

Dobbiamo ragionare sempre su quale tipo di circonferenza abbia la ruota della bicicletta e impostata la circonferenza giusta tutto quello che ne verrà sarà settato sulla velocità e la distanza percorsa giuste.

Sicuramente il migliore tra tutti i prodotti dal prezzo così basso, questo è indubbio, anzi è decisamente il migliore.

Vantaggi:

  • molti sostengono che il prodotto sia davvero ottimo

Svantaggi:

  • qualcuno sostiene che ci siano troppi pulsanti e delle funzioni davvero troppo poco chiare

 

4. RANIACO Computer da bicicletta Recensione

Raniaco non è un’azienda storica, questo vorrei che fosse chiaro nel momento in cui stiamo presentando questo prodotto che è decisamente il più economico che sia possibile trovare. Parliamo del costo davvero di un biglietto del cinema per questo che è un computerino wireless che è molto carino, molto semplice da usare. Raniaco, quindi, è una di quelle nuove aziende che vende un po’ di tutto sul web e riesce ad avere una manodopera che costa molto poco e quindi il prodotto in sé costa davvero molto poco anche al cliente finale, cioè noi. Questo è sempre il discorso che mi piace fare, cioè quello per cui abbiamo a che fare con dei prodotti discreti, non favolosi, ma che fanno il loro dovere e che hanno un prezzo così basso che uno pensa davvero di comprare una schifezza qualsiasi che non funziona e invece ci si trova ad avere tra le mani un buon prodotto.

Molto semplice, nulla da dire. Perché abbiamo a che fare con un display bello grosso e retroilluminato alla grande che permette di memorizzare anche la velocità e la distanza percorsa ogni giorno.

Vorrei proprio dirvi che la cosa più interessante è proprio il display e la luminosità che è davvero bella e molto funzionale.

Poco più di 100 grammi per una scatoletta decisamente piccolissima.

Vantaggi:

  • penso che non si possa non definire questo prodotto più che discreto
  • è molto leggero
  • ha la capacità di fare la velocità media

Svantaggi:

  • qualcuno sostiene che il prodotto non sia decisamente affidabile perché assemblato male

 

5. Suaoki BKV-9500 Recensione

Quando si tratta di nuove tecnologie e di modi di fabbricare prodotti che sia il più ecologico possibile non posso non considerare la bellezza di questo progetto come un valore aggiunto. E anche in questo caso questa nuovissima azienda che ha uno shop on line e che vende tutti prodotti a un prezzo bassissimo. Anche in questo caso non posso non parlare di quella che è questa nuova economia e che ha a che vedere con un nuovo modo di vendere i propri prodotti contando su una distribuzione che è capillare e che permette di vendere, appunto, molti più apparecchi. E questo permette di tenere i costi bassi e anche questo computer costa quanto un biglietto del cinema, quindi davvero un nulla rispetto ai prezzi a cui siamo abituati.

Anche qui abbiamo un apparecchio semplice, molto leggero, che fa il suo dovere con distanza e velocità che poi è quello che vogliamo a questo prezzo. E questo è un prezzo che però sottende il fatto che stiamo parlando di un discreto prodotto, un buon prodotto lavorato molto bene, cioè fabbricato con una certa precisione.

E’ interessante avere sempre sotto gli occhi quella che è la batteria, che in questo caso dura comunque abbastanza, essendo un apparecchio semplice. E questo è quello che ci interessa come non immergere l’apparecchio per tanto tempo in acqua. Perché è sì resistente all’acqua ma non resiste se immerso.

Perchè costa davvero molto poco e se non dobbiamo partecipare al Tour de France credo che possa dare informazioni sufficienti a quelle che sono le nostre esigenze dilettantistiche e sportive della domenica. Oltretutto a un costo che è davvero una quisquilia.

Vantaggi:

  • molto resistente

Svantaggi:

  • poco preciso
  • a tratti molto deludente